Passa al contenuto principale
cerca
0

Gli scooter elettrici sono legali in Europa?

La risposta alla domanda è semplice. Sì, gli scooter elettrici sono legali in Europa. Ma ci sono alcuni regolamenti su come possono essere usati. E questi regolamenti differiscono da paese a paese. Nei Paesi Bassi, per esempio, hai bisogno di una licenza per guidare uno scooter elettrico e non è permesso sulle piste ciclabili o nelle aree pedonali.

In Germania, i regolamenti sono un po' meno severi e non devi avere una licenza se il tuo scooter elettrico non supera i 25 km/h e ha un peso massimo di 20 kg. Hai anche bisogno di un giubbotto riflettente per la notte che mostra che stai guidando uno scooter elettrico - questo rende più facile per gli altri automobilisti o pedoni di individuarti quando guardano nella tua direzione.

Non la maggior parte delle persone ha familiarità con le leggi sugli scooter elettrici in Europa.

Gli scooter elettrici sono diventati famosi in tutto il mondo grazie alla loro natura comoda e ingegnosa. Forniscono una soluzione intelligente ai problemi di traffico eterni che affrontiamo intorno alle enormi aree metropolitane. Inoltre, sono molto convenienti e portatili, rendendoli una scelta attraente per il pendolare medio. 

Tuttavia, c'è una mancanza di consapevolezza tra gli appassionati di scooter elettrici su come il mondo legale reagisce alle loro corse preferite. In questo articolo, ti aggiorneremo su tutto quello che devi sapere sulle leggi sugli scooter elettrici in Europa.

Il problema delle leggi sugli scooter elettrici in Europa

Con l'avvento dell'industria degli scooter elettrici, i paesi di tutto il mondo hanno iniziato ad aggiornare le loro infrastrutture legali. Ci sono molti paesi che non sono ancora dotati delle leggi necessarie da imporre ai piloti di scooter elettrici. 

Tutti i paesi del mondo, non solo l'Europa, devono inculcare diversi cambiamenti nella loro legislazione sui trasporti, dato che gli e-scooter stanno diventando il futuro del pendolarismo.

In questo articolo, approfondiremo i diversi paesi europei e vedremo come trattano gli scooter elettrici. Quindi, senza ulteriori indugi, entriamo nel merito.

Leggi sugli scooter elettrici in Europa

Austria

L'Austria riconosce e dichiara legalmente la distinzione tra scooter elettrici e altri veicoli a motore come ciclomotori, biciclette elettriche, biciclette motorizzate, ecc. Il paese non richiede alcuna licenza o assicurazione per gli scooter elettrici. 

Tuttavia, ci sono alcune restrizioni di età - i dodicenni che vogliono guidare un e-scooter devono essere sorvegliati da persone di almeno 16 anni di età. Inoltre, i bambini che hanno meno di 12 anni devono indossare il casco. 

Gli scooter con una potenza massima di 600W e una velocità massima di 25 km/h possono essere utilizzati legalmente sulle strade pubbliche. Le regole di parcheggio dell'Austria per gli e-scooter sono le stesse di quelle per le biciclette. Tutte le infrazioni portano a multe amministrative. 

leggi sugli scooter elettrici in Europa

Belgio

Il Belgio si riferisce agli scooter elettrici come "dispositivi mobili". Quando si tratta di monopattini elettrici, la legge in Belgio è molto indulgente rispetto ad altri posti nel mondo. Non c'è alcun limite di età, il che significa che anche i bambini possono guidare gli scooter elettrici. 

Inoltre, non è richiesta alcuna licenza, assicurazione o registrazione. I caschi sono raccomandati ma non obbligatori. La velocità del ciclista definisce se può accedere o meno al marciapiede. Per esempio, se sono abbastanza lenti da essere classificati come pedoni, possono pedalare sul marciapiede. Ma se sono più veloci (più di 5-6 km/h), possono andare solo sulle piste ciclabili.

Danimarca

Molto simile al Regno Unito, quando si tratta di scooter elettrici, la Danimarca li ha riconosciuti per legge, ma con una legislazione di prova che dura un anno. Quindi, c'è un regime di prova che legalizza gli scooter elettrici in Danimarca. Solo le persone che hanno 15 anni o più possono guidare uno scooter, e solo una persona è autorizzata a guidarlo alla volta. 

Non c'è bisogno di una patente di guida, ma c'è un limite di velocità (20 km/h). I caschi sono raccomandati ma non obbligatori. Inoltre, la Danimarca non permette gli scooter elettrici sui marciapiedi - possono essere portati solo su piste ciclabili o strade pubbliche. Infine, i piloti devono ottenere un'assicurazione per i loro scooter elettrici per poterli utilizzare legalmente.

Finlandia

La Finlandia classifica gli scooter elettrici come veicoli elettrici leggeri. Questa categoria costituisce veicoli con un motore di massimo 1000W e una velocità massima di 25 km/h. Tuttavia, se il tuo scooter elettrico è più lento di 15 km/h, allora sarà classificato come un "dispositivo assistito dai pedoni". 

Come proprietario di uno scooter elettronico in Finlandia, non hai bisogno di un'assicurazione o di una patente di guida. Anche se non è punibile per legge, i caschi sono fortemente raccomandati. Inoltre, non si deve guidare sul marciapiede. 

Francia

Se ti stai chiedendo se gli scooter elettrici sono legali in Francia, la risposta è sì!

La Francia ha classificato gli scooter elettrici come "dispositivi di viaggio personali a motore". Secondo la legge francese, gli scooter elettrici richiedono un'assicurazione e devono essere utilizzati solo da persone di 12 anni o più grandi. Simile ad altri paesi in questa lista, i caschi non sono obbligatori, e non è richiesta alcuna patente di guida. 

Nella maggior parte dei luoghi in Francia, è illegale guidare sul marciapiede. Gli e-scooter possono essere portati sui trasporti pubblici solo se il regolamento interno del mezzo di trasporto lo permette. Nell'ottobre 2019, sono state decretate diverse multe per le violazioni e le infrazioni degli e-scooter. Infine, dovete parcheggiare i vostri mezzi nelle aree di parcheggio designate per gli e-scooter o nei parcheggi per biciclette.

Germania

Simile alla legislazione finlandese, la Germania dichiara gli scooter elettrici come micromobili elettrici leggeri destinati all'uso personale. Questi veicoli elettrici leggeri non hanno bisogno di essere registrati; tuttavia, richiedono un'assicurazione. 

Dopo che il processo di assicurazione è completato, un adesivo viene attaccato allo scooter per indicare che è stato assicurato. L'età minima legale per guidare uno scooter elettronico in Germania è di 14 anni. I caschi, come in altri paesi, sono raccomandati ma non obbligatori. Inoltre, non è necessaria alcuna patente di guida per utilizzare uno scooter elettrico. 

Ad eccezione delle passerelle destinate ai pedoni, puoi guidare il tuo e-scooter quasi ovunque - su strade, piste ciclabili, ecc. La velocità massima di uno scooter elettrico non deve superare i 20 km/h. Anche se non ci sono punizioni legali specifiche stabilite per l'uso improprio dello scooter elettrico, devi comunque usare il tuo rispettando le normali leggi del traffico. 

La Germania ha le stesse leggi di parcheggio per gli e-scooter come per le biciclette. Infine, solo una persona può usare uno scooter alla volta.

Italia

Fino al 2019, in Italia non esisteva un quadro legislativo formale sull'uso degli scooter elettrici. Solo verso la metà del 2019, è stato formato un insieme di politiche a livello nazionale. Il Ministero dei Trasporti italiano ha decretato che gli scooter elettrici possono essere legalmente utilizzati su strade e aree pedonali. Tuttavia, questa accessibilità è stata limitata dalla velocità degli scooter. 

La velocità massima che si può raggiungere in una zona pedonale è di 6 km/h, 20 km/h nelle piste ciclabili e 30 km/h sulle strade pubbliche. È importante notare che nell'ultimo caso, il pilota deve indossare un abbigliamento altamente visibile o braccialetti riflettenti per la sicurezza. L'Italia pone delle limitazioni progettuali anche sugli scooter elettrici - la potenza massima non deve superare i 500W e le velocità massime come descritto prima. Agli scooter elettrici si applicano tutte le stesse leggi sul traffico che si applicano alle biciclette. 

Ungheria

Le politiche legali che ruotano intorno agli scooter elettrici sono complicate in Ungheria. Questo perché una categoria distinta per gli scooter elettrici non esiste ancora. Ci sono due interpretazioni dell'attuale legge ungherese sugli scooter elettrici. Una parte afferma che secondo i testi legislativi, gli scooter elettrici non contano come traffico, ma come pedoni. Pertanto, non possono essere qualificati come veicoli. 

D'altra parte, alcuni altri esperti hanno sostenuto che una volta che la controversia è risolta e gli scooter elettrici sono considerati veicoli elettrici, dovrebbero essere ammessi su piste ciclabili e strade, ma non sui marciapiedi. Forse c'è ancora un po' di tempo prima di vedere questo dibattito arrivare a una risoluzione logica, ma fino ad allora, la teoria vieta l'uso degli scooter elettrici.

Paesi Bassi

Le autorità legislative olandesi stanno attualmente lavorando per ammettere gli scooter elettrici nelle loro politiche legali. La situazione attuale, tuttavia, applica le regole di approvazione nazionali o europee agli scooter elettrici. 

Le aziende produttrici sono obbligate per legge a richiedere prima un'approvazione europea o nazionale. Solo allora i loro prodotti possono essere distribuiti legalmente tra la popolazione. Questo perché una volta che sono approvati, possono essere classificati come un tipo speciale di ciclomotore. 

Inoltre, questa infrastruttura legislativa riguardante gli e-scooter è stata messa in atto da maggio 2019 e regola quali veicoli dimostrano abbastanza durata e stabilità per essere ammessi sulle strade. Di seguito le regole che uno scooter elettrico deve seguire per essere legale. 

  • Velocità massima di 25 km/h
  • Età minima del pilota di 16 anni
  • Assicurazione obbligatoria
  • Accesso limitato alle piste ciclabili

Quindi, se l'e-scooter di un produttore può spuntare tutte queste caselle e ottenere l'approvazione delle autorità, è legale per essere utilizzato nei Paesi Bassi.

Spagna

Se ti stai chiedendo se gli scooter elettrici sono legali in Spagna, la risposta è sì!

La Spagna categorizza gli scooter elettrici come un veicolo simile ma separato dalle bici e dalle biciclette elettriche. Permette agli e-scooter di cambiare il loro status legale da veicolo a motore a pedone e viceversa. Non c'è limite di età nella maggior parte delle aree per coloro che vogliono guidare un e-scooter; tuttavia, un casco è obbligatorio per i piloti sotto i 16 anni di età. 

Alcuni comuni hanno dichiarato 16 anni come limite di età in assoluto. Non è richiesta alcuna patente di guida per utilizzare un e-scooter. Detto questo, i piloti di e-scooter si qualificano come "guidatori" e possono essere ritenuti responsabili di aver infranto qualsiasi legge stradale o di aver violato i necessari requisiti di sicurezza. 

Regno Unito

Il Regno Unito è uno di quei paesi che hanno un schema di prova che permette ai clienti interessati di noleggiare scooter elettrici. Gli scooter di proprietà privata sono legali, ma possono essere utilizzati solo sulla proprietà personale con il permesso del proprietario del terreno. Inoltre, ci sono anche molti altri requisiti legali, come l'assicurazione, la patente di guida, i caschi, ecc. 

Il Regno Unito ha alcune delle leggi sugli scooter elettrici più severe d'Europa. Se ti stai chiedendo perché è così, ci sono due ragioni dietro. In primo luogo, la legge è attualmente in fase di sviluppo. Gli schemi di prova sono un segno di buone cose a venire per gli e-scooter, e speriamo di vedere gli e-scooter di proprietà privata diventare legali. In secondo luogo, è perché l'attuale legislazione britannica qualifica gli scooter elettrici come qualsiasi altro veicolo a motore - un trasportatore a motore.

Svezia

La Svezia classifica gli scooter elettrici come biciclette elettriche in alcune condizioni. Se uno scooter elettrico ha una potenza continua di 250W, una velocità massima di 20 km/h e può essere usato solo da una persona alla volta, è legale. 

Tuttavia, se il tuo e-scooter supera il limite di velocità di 20km/h, allora hai un ciclomotore di classe 2 tra le mani. Puoi guidare il tuo e-scooter praticamente ovunque - strade, piste ciclabili e persino marciapiedi se vai a passo d'uomo. Questo è quando gli e-scooter sono considerati pedoni e non veicoli a motore. A causa di questo status legale transitorio, non c'è bisogno di una patente di guida. 

Romania

La Romania sta ancora cambiando la sua infrastruttura legislativa per accogliere alcune regole per gli scooter elettrici. Per ora, non c'è un confine distintivo tra gli e-scooter e gli altri veicoli; quindi, si applicano i regolamenti generali. Questi regolamenti includono il divieto di guidare sui marciapiedi, il rispetto di tutte le regole del traffico, ecc. 

Fortunatamente, le leggi sugli scooter elettrici sono in fase di sviluppo in Romania, e presto dovremmo avere politiche legali adeguate che li riguardano. Per esempio, nel giugno 2019, il parlamento della Romania ha approvato un progetto di legge riguardante l'uso di scooter elettrici.

Slovenia 

In Slovenia, gli scooter elettrici sono classificati come veicoli speciali. I guidatori possono portare il loro scooter solo sulle strisce pedonali, sui marciapiedi, nelle aree sotterranee e sulle piste ciclabili a circa 5 km/h (la normale velocità di camminata). 

Pertanto, gli scooter elettrici non sono attualmente consentiti su strade o vie, e il pilota deve essere extra-cauto quando guida nelle aree pedonali. Non devono mettere in pericolo i passanti e garantire la sicurezza prima di tutto. Inoltre, i produttori devono anche tenere a mente la dimensione degli scooter che producono e confrontarla con la dimensione che di solito è considerata appropriata per operare tra i pedoni.

Slovacchia

La legislazione slovacca sugli scooter elettrici ha subito alcuni cambiamenti di recente. Prima, il paese classificava gli scooter elettrici come un tipo di veicolo separato, cioè "scooter con motore ausiliario". 

Questo motore ausiliario faceva sì che lo scooter non andasse più veloce della velocità di camminata e che fosse sicuro da usare su marciapiedi e aree pedonali. Detto questo, è importante notare che la legge è stata cambiata. Gli scooter elettrici sono ora classificati come veicoli non motorizzati e permessi sulle strade pubbliche, a condizione che il pilota abbia almeno 15 anni di età.

Polonia

La legge polacca non riconosce ancora gli scooter elettrici come un tipo di veicolo separato. Pertanto, la legge sul traffico stradale non permette gli scooter elettrici né sulle aree pedonali come i marciapiedi né sulle strade pubbliche. 

Anche le strade interne sono rese inaccessibili da questa legge. Ancora peggio è il fatto che gli scooter elettrici non possono essere classificati come pedoni, non importa a quale velocità stiano andando. Tuttavia, ci sono possibilità di un emendamento, dato che il procedimento è in corso. 

Portogallo

Anche il Portogallo non ha una serie formale di politiche legali riguardanti gli scooter elettrici. Tuttavia, è stato chiarito che sono trattati come biciclette; quindi, le stesse leggi saranno applicate agli scooter elettrici. Questo include l'obbligo del casco, anche se alcuni esperti di legge interpretano le politiche in modo tale che il casco non sia obbligatorio. Un pilota di e-scooter deve seguire gli stessi limiti di velocità di un ciclista e non deve viaggiare sulle strisce pedonali. 

Malta

Malta ha una legislazione piuttosto fitta sugli scooter elettrici. Il limite di età dell'utente è fissato a 16 anni, e ai piloti più giovani di questo è vietato usare un e-scooter sulle strade pubbliche. Inoltre, i 16enni devono anche avere una patente legittima con una categoria adeguata. La velocità massima sulle strade è di 20 km/h e di 10 km/h altrove, come marciapiedi, piste ciclabili, sentieri, passeggiate, ecc. 

Malta richiede agli utenti di e-scooter di ottenere un'assicurazione per i loro scooter. Inoltre, i caschi sono fortemente raccomandati, anche se non obbligatori. Inoltre, un giubbotto fluorescente altamente visibile dovrebbe essere indossato dal pilota per indicare la sua presenza sulla strada. 

Lussemburgo

Il Lussemburgo classifica gli scooter elettrici come biciclette se soddisfano certe condizioni. Per esempio, devono avere almeno due ruote, un motore con una potenza massima continua di 500W e una velocità massima di 25 km/h o inferiore. Tutte le stesse regole si applicano agli e-scooter, tranne che gli e-scooter hanno un limite di età di 13 anni, e l'accesso è limitato solo alle strade pubbliche. Non è richiesta alcuna licenza, assicurazione o registrazione. 

Lituania 

La legge lituana copre abbastanza ampiamente gli scooter elettrici. Lo stato riconosce gli scooter elettrici come biciclette motorizzate e, quindi, gli utenti come ciclisti. Questo significa che si applicano tutte le stesse regole, tranne che gli scooter elettrici devono avere una potenza massima di 1000W e una velocità massima di 25 km/h. Gli utenti più giovani di 18 anni devono indossare un casco prima di utilizzare un e-scooter. La patente di guida e l'assicurazione non sono richieste. Se si guida in una zona pedonale, la velocità massima è limitata a 3-7 km/h. 

Cosa riserva il futuro alle leggi sugli scooter elettrici in Europa?

Le leggi sugli scooter elettrici in tutto il mondo stanno cambiando rapidamente. Mentre in alcuni paesi europei sono in corso delle sperimentazioni, molti paesi sono in procinto di istituire un quadro legislativo. Una cosa che si può dire con certezza è che, prima o poi, tutti i paesi europei legalizzeranno gli scooter elettrici. È perché gli scooter elettrici non solo forniscono la soluzione perfetta alla congestione urbana, ma possono anche aiutare l'Europa a realizzare il suo "Green Deal" per diventare neutrale rispetto al carbonio entro il 2050 grazie alla loro natura ecologica. Detto questo, è solo una questione di tempo prima di vedere tutti i paesi europei legalizzarli per l'uso sulle strade pubbliche.

In conclusione

In questo articolo, abbiamo esplorato e contemplato l'ascesa alla fama degli scooter elettrici negli ultimi anni e come molti paesi del mondo stanno reagendo a questo boom di popolarità. Abbiamo cercato di coprire le leggi sugli scooter elettrici in Europa per la maggior parte dei paesi europei per vedere come gestiscono le loro politiche legali riguardo a questo mezzo futuristico. Speriamo che sia stata una lettura informativa e divertente!

Visita la nostra gamma di scooter elettrici qui.

T. Fortune

Tom ora risiede in Francia e scrive a tempo pieno, gli piace l'attività all'aperto ed è un appassionato di MTB!

Un commento

  • Questo è molto interessante, sei un blogger molto abile. Mi sono unito al tuo feed e non vedo l'ora di cercare più del tuo meraviglioso post. Inoltre, ho condiviso il tuo sito web nelle mie reti sociali!

Lascia una risposta

Chiudi Menu